La Via Francigena con la G.M.

(Perchè ripercorrere un sentiero storico?)


Logo Francigena

Storia antica quella dei Giubilei e, nel Medioevo, strettamente legata alla storia della Via Francigena, che portava gran parte dei pellegrini a Roma.  Se, animati da spirito religioso, era una necessità individuale di ciascuno che li spingeva a compiere il viaggio, tuttavia il loro cammino era anche un atto di omaggio rivolto «ad Sedem Petri».
La Giovane Montagna , Associazione Nazionale, che ha lo scopo di promuovere e favorire la pratica e lo studio della montagna con manifestazioni sia di carattere alpinistico che culturale, e che propone una concezione dell’alpinismo non solo tecnica, ma anche ricca di valori umani e cristiani, non poteva mancare di offrire un proprio contributo al Grande Giubileo del 2000.
L’Associazione si è proposta di percorrere integralmente a piedi, nell’autunno del 1999, vigilia del Giubileo, un "Sentiero del Pellegrino, sulle orme della Via Francigena", con due diversi punti di partenza: l’uno l’abbazia di Novalesa vicino al valico del Moncenisio sulle Alpi Occidentali, e l’altro Aquileia, nelle regioni orientali d’Italia.
È stato identificato un itinerario che evita, per quanto possibile, le strade asfaltate e che si propone di richiamarsi alle esperienze degli antichi pellegrini che percorrevano la "Via Francigena (o Via Romea)", e di offrire un itinerario di fede, di cultura e di turismo al di fuori dei canoni tradizionali e delle mete più ambìte e ricercate dai più.
Vorremmo rendere possibile, oggi come domani, il piacere di riscoprire quell’Italia, che spesso ignoriamo o che osserviamo distratti.
Grazie al lavoro di ricerca e di sopralluogo, svolto tra il 1997 ed il 1998 da tantissimi soci ed amici della Giovane Montagna, oggi è possibile ripercorrere per buona parte gli antichi tracciati, attraversando città famose, nate e sviluppate grazie all’intensificarsi del passaggio di persone e merci.   Camminando su questo "nostro" percorso, l’escursionista seguirà da vicino e spesso, dove è ancora possibile, ricalcherà la stessa storica Via Francigena.
Per facilitare questo viaggio, l’Associazione Nazionale, grazie anche al lavoro di documentazione dei soci, ha licenziato, nel giugno 1999, una nuova guida che descrive l’intero percorso, dal titolo: Il sentiero del Pellegrino, sulle orme della Via Francigena - da Novalesa e Aquileia a Roma .
Chi desidera conoscere più in dettaglio sia l’iniziativa della Giovane Montagna di percorrere "ufficialmente" questo itinerario tra l’estate e l’autunno 1999, sia il contenuto della guida, può leggere ulteriori notizie sul Sito Nazionale della G.M., in particolare nella sezione: Via Francigena .   È possibile acquistare una (o più) copie della guida, richiedendole via fax all’indirizzo della Direzione e Redazione editoriale della G.M., come indicato sul sito nazionale della G.M., nella sezione: Comitato di Redazione.
Si tratta di un percorso suddiviso in 71 tappe che, spesso, iniziano e terminano presso gli antichi luoghi di sosta.
La descrizione del percorso è dettagliata e precisa, affinchè chiunque, anche senza esperienza escursionistica, possa seguirlo anche camminando da solo.
Speriamo davvero di incontrare numerosi lettori sul "nostro" Sentiero.

-- ooOOOoo --
Un cartello con il logo della Via Francigena
(4242 bytes)

In effetti il 17 agosto 1999, questo percorso è stato ufficialmente inaugurato con una semplice ma sentita cerimonia all’interno dell’antica abbazia benedettina di Novalesa e, dopo la consegna del bastone del Pellegrino-"Baculum" al Direttore della Prima Tappa , un folto gruppo di escursionisti ha iniziato il cammino sul "nostro Sentiero", con l’intenzione di fermarsi solo a Roma, passando il testimone (il "Baculum") da una tappa all’altra ad altri Direttori di tappa e a nuovi gruppi in marcia.


-- ooOOOoo --

Il 5 settembre 1999, è iniziata la lunga camminata anche sul ramo orientale del "nostro Sentiero".   Dopo una suggestiva cerimonia ad Aquileia, un altro folto gruppo di marciatori ha percorso le 13 tappe (circa 303 km), preparate e condotte dalle sezioni venete della G.M., che lo hanno portato ai piedi dell’Appennino tosco-emiliano, fino a raggiungere, nei pressi di Modena, il primo gruppo di camminatori occidentali, i quali hanno raggiunto la stessa località dopo aver superato una distanza di circa 653 km in 31 tappe...

Dal 17 settembre 1999, i due gruppi hanno proceduto riuniti lungo la dorsale appenninica, in direzione della Toscana e del Lazio, guidati dai soci G.M. di Modena fino a Gambassi Terme e poi da quelli della G.M. di Roma fino alla capitale.

Venerdì 15 ottobre 1999, il gruppo dei marciatori G.M. ha raggiunto Roma attraverso il Parco Urbano di Monte Mario con la splendida vista a 360 della capitale, concludendo il lungo "pellegrinaggio", durato circa 2 mesi, all’interno del Parco di Villa Mazzanti, sede dell’Ente <Roma Natura> che gestisce i parchi urbani del Comune di Roma, alla presenza di autorità civili e religiose.
Questa Ultima Tappa , la 71 di quelle programmate, conclude il "nostro Sentiero" lungo più di 1240 chilometri percorsi a piedi sul ramo occidentale, che si aggiungono a quelli del ramo orientale così da portare ad un totale di oltre 1500 chilometri percorsi dai soci della G.M.    Un bel record!!...

Sabato 16 ottobre 1999, si è svolta l’Assemblea dei Delegati della Giovane Montagna, presso il Centro di Spiritualità <Mondo Migliore>, situato nella zona dei Castelli Romani, poco distante dalle località di Marino e di Rocca di Papa.   L’Assemblea, quest’anno elettiva, ha visto la partecipazione di un folto gruppo di persone, provenienti da tutte le sezioni G.M. d’Italia.

Domenica 17 ottobre 1999, tutti i gruppi G.M., per un totale di circa 300 persone, si sono dati appuntamento a Piazza San Pietro a Roma, per presenziare all’Angelus del Papa e per sentire le parole che il Santo Padre ha voluto rivolgere alla nostra associazione per ricordare l’impresa appena conclusa.
Alla fine della preghiera e dei saluti ai vari gruppi qui convenuti, il Santo Padre ha letto poche righe di saluto al nostro indirizzo. I pellegrini della G.M. in
mezzo alla folla di Piazza
San Pietro il 17-10-1999
(9380 bytes)  Lo stendardo della G.M.
innalzato dai pellegrini in
Piazza San Pietro il 17-10-1999
(6775 bytes)
Di seguito, desidero trascrivere le parole precise pronunciate dal Papa Giovanni Paolo II, che sono state ricordate sul quotidiano della Santa Sede: l’Osservatore Romano successivamente, sul foglio di martedì 19 ottobre 1999:
«...Saluto inoltre i membri dell’associazione "Giovane Montagna", i quali, nello spirito del Beato Pier Giorgio Frassati, hanno percorso a piedi un’antica Via dei Pellegrini dalle Alpi a Roma.
Saluto cordialmente tutti gli altri pellegrini presenti, ed auguro a ciascuno una buona domenica...»

-- ooOOOoo --

In un’altra pagina, propongo una raccolta di Notizie Flash sulla Via Francigena G.M., fornite dai vari protagonisti che hanno voluto lasciare qui una traccia del loro pellegrinaggio in alcuni "momenti-flash" della progressione di questa marcia.

-- ooOOOoo --

Negli anni successivi abbiamo effettuato molte ripetizioni del nostro percorso, a volte accompagnando i Soci G.M. di altre sezioni, a volte camminando insieme con persone straniere lungo alcuni tratti significativi. Un tratto della Via Amerina
nel Cavo degli Zucchi a Falerii Novi
(21074 bytes)
Ma il lavoro di verifica e di miglioramento del nostro percorso non si è mai arrestato.   Abbiamo rilevato e descritto altre nuove varianti al percorso "base di Sigerico" e le abbiamo percorse più volte insieme con nuovi pellegrini.   Abbiamo incontrato molti amministratori comunali, provinciali e regionali proponendo una sponsorizzazione e una rivalutazione di questo antico e storico percorso.
Abbiamo organizzato e partecipato a numerose conferenze sull’argomento francigeno.
Come promozione alla rivalutazione di questo Itinerario Storico abbiamo organizzato molte escursioni sul nostro tracciato.
Una delle più riuscite ed "affollate", che ricordo sempre volentieri, è stata quella del 2002. Il gruppo davanti alla Basilica
di San Flaviano a Montefiascone
(38975 bytes)
Si tratta della Grande Camminata  lungo la nostra rinnovata Via Francigena nel Lazio, da Acquapendente a Roma, effettuata in 8 giorni di cammino (dal 31 maggio al 7 giugno 2002) su altrettante tappe per un totale di oltre 160 km.  Obiettivi di quella iniziativa erano:
 sensibilizzare l’amministrazione pubblica e le popolazioni di ogni località toccata da questa Camminata sul valore culturale e turistico di questo Itinerario Storico e sulla necessità del suo mantenimento e miglioramento nel tempo.
 sollecitare un collegamento tra i Comuni attraversati da questo Itinerario Storico in modo di dare una continuità al transito sullo stesso, fino a Roma.
 collaudare le nostre nuove descrizioni del percorso e le relative mappe.
 interessare ed aiutare i pellegrini stranieri che, sempre più numerosi, chiedevano e chiedono maggiori informazioni su questo Itinerario Storico.
 organizzare manifestazioni, incontri ed eventi musicali in ogni località toccata da questa Camminata. Frumento e papaveri tra le colline
tra Bolsena e Montefiascone
(5492 bytes)
 realizzare una grande festa all’arrivo a Roma sulle pendici di Monte Mario nei bellissimi giardini di Villa Mazzanti, sede dell’Ente Roma Natura (responsabile dei Parchi di Roma), che ci ha ospitato, o in qualche altro luogo "importante" di Monte Mario (come ad esempio presso i "Casali Mellini", ecc.).
 partecipare alla cerimonia nella Basilica di San Pietro (in Vaticano) per la consegna del "Testimonium": una bellissima pergamena che viene consegnata ad ogni pellegrino che ha camminato sulla Via Francigena lungo l’intero tracciato proposto o comunque per almeno 130 km.

-- ooOOOoo --

Negli ultimi anni, abbiamo notato un crescente interesse da parte di Enti pubblici e privati, Istituzioni laiche e cattoliche e Associazioni culturali, nella riscoperta degli itinerari storici. Le bancate calcaree conosciute come
-Balena Bianca- a Bagni San Filippo
(16651 bytes)
Di conseguenza, dal 2003 in poi, anche il nostro impegno è notevolmente aumentato per:
 organizzare conferenze nelle Scuole e presso Enti ed Associazioni private;
 migliorare il tracciato e rilevare nuove varianti della Via Francigena;
 collaborare con i Comuni attraversati da itinerari storici per migliorarne la promozione;
 migliorare e aggiornare la bozza della nostra nuova Guida francigena che descrive le tappe dalla Toscana a Roma;
 condurre gruppi di pellegrini sui tratti di percorso che meglio conosciamo.
La stessa RAI ha organizzato nel 2004 un pellegrinaggio a piedi su un lungo tratto del Camino di Santiago de Compostela, coinvolgendo giornalisti e personaggi della comunicazione in veste di pellegrini, facendoli camminare ciascuno per una settimana e organizzando una trasmissione radiofonica in diretta ogni sera per permettere a questi di esprimere, via radio, le impressioni personali del proprio impegno di cammino in veste di pellegrini.
Dopo il successo delle trasmissioni RAI sul Camino di Santiago de Compostela dell’aprile 2004, nel giugno 2004 la RAI ha contattato la nostra Associazione Giovane Montagna - sez. di Roma , ed in particolare il nostro Gruppo Via Francigena per organizzare il cammino sulla parte italiana della Via Francigena, dal confine francese a Roma, per il periodo aprile-maggio 2005. Panorama di Radicofani, in
cammino verso Acquapendente
(14156 bytes)
Abbiamo lavorato e collaborato con RAI per tutta la seconda parte del 2004 per studiare un programma di cammino valido, toccando le località più importanti sul tracciato storico di Sigerico e coinvolgendo altre Associazioni francigene, come guide dei pellegrini, nelle località dove esse erano più esperte di noi.   Il progetto di cammino sulla Via Francigena, da noi proposto, è stato infine approvato dai responsabili di RAI Radio 3 ed è stata avviata la complessa organizzazione per il coinvolgimento dei personaggi-pellegrini e per mettere a punto tutta la parte logistica.
Nel 2005, dagli inizi di aprile a metà maggio, ha avuto corso questo pellegrinaggio, con partenza dall’abbazia di Novalesa nei pressi del Passo del Moncenisio (in alta Val di Susa) e con arrivo a Roma, dove tutti i pellegrini hanno assistito ad una suggestiva cerimonia nelle Grotte Vaticane.   Questa esperienza di cammino con la RAI viene ancora descritta (con foto e parlato) sul sito web di RAI Radio 3 ed è visibile all’indirizzo: http://www.radio.rai.it/radio3/laviafrancigena/ .
Il risultato di questo nostro impegno è stata la pubblicazione della nostra nuova guida: I Sentieri lungo la Via Francigena da Siena a Roma , pubblicata da RAI-ERI il 5 luglio 2005, dove vengono descritte le 20 tappe relative alla parte finale di questo itinerario storico. Panorama serale sul lago di Bolsena,
dagli spalti del Castello Monaldeschi
(23510 bytes)
Ma il nostro lavoro e l’interesse per la Via Francigena non sono mai cessati.   Innumerevoli sopralluoghi sono stati effettuati da Alberto Alberti (allora coordinatore del Gruppo Via Francigena dell’Associazione "Giovane Montagna - sez. di Roma (G.M.)" ), e da molti altri appassionati volontari tra il 2005 e i primi mesi del 2006, sulle tracce della cosiddetta Via Francigena del Sud.
Poi, come programmato, dal 19 al 29 giugno 2006, è stata portata a termine, con grande successo, la prima camminata "ufficiale" su questo nuovo percorso storico che conduceva gli antichi pellegrini verso (e da) i porti dell’Italia del Sud per l’imbarco verso la Terrasanta e che seguiva prevalentemente il tracciato della Via Appia antica.   Un folto gruppo di escursionisti-pellegrini (molti tra questi erano stranieri), accompagnati da persone e guide locali e accolti con grande entusiasmo da autorità e cittadini in ogni località attraversata, ha camminato per 11 giorni, da Formia a Roma, percorrendo circa 210 km, raggiungendo la capitale e Piazza San Pietro nel giorno festivo dedicato ai SS. Pietro e Paolo e nella ricorrenza del 500 anniversario della Basilica di San Pietro.
L’arrivo di questo gruppo coincideva con quello di 5000 giovani che avevano camminato lungo la "Via Francigena del Nord".
Sono già presenti sugli organi di stampa alcune recensioni del nostro cammino sulla "Via Francigena del Sud".   Una parte di queste sono visibili su questo sito, nella sezione: Rassegna Stampa su attività francigena.   Il tempo scorre veloce e molte altre occasioni di cammino sulla Via Francigena si accavallano le une sulle altre.   Si susseguono proposte di cammino in Toscana e nei tratti a sud di Roma, ma vengono anche indicati ai pellegrini nuovi percorsi di fede presenti nel territorio italiano (il percorso di San Francesco, il percorso Micaelico, la Via degli Abati, la Via del Volto Santo, la Via Romea del versante Adriatico, ecc..).
Dopo l’abbandono di Roma e il rientro in Valle d’Aosta, ho ripreso il cammino e lo studio del tratto di Via Francigena in Valle d’Aosta e, nel febbraio 2008, ho pubblicato un opuscolo dal titolo: Notizie sulla Via Francigena e sulla Strada Romana delle Gallie in Valle d’Aosta in preparazione del cammino effettuato a settembre dello stesso anno sull’intero percorso valdostano insieme con molti amici e appassionati.
A ricordo di quel cammino del settembre 2008, che ha avuto un discreto successo, ho pubblicato una "Cronaca" dell’evento sul mio sito web, nella sezione Aggiornamenti su attività francigena , dal titolo: Camminare insieme in Valle d’Aosta .
Il 18 aprile 2014, infine, ho pubblicato con la casa editrice Conti Editore, la guida dal titolo: I Sentieri lungo la Via Francigena in Valle d’Aosta , scritta in lingua italiana, francese e francoprovenzale, disponibile nelle maggiori librerie italiane.
Entro il 2017 è prevista la pubblicazione della stessa guida in lingua italiana e inglese.
Ma altre proposte ed altri eventi francigeni sono sempre alle porte...



panoramica sul lago di Albano
dal tetto della Specula Vaticana
a Castel Gandolfo
(16416 bytes)
Panoramica sul lago di Albano dal tetto della Specula Vaticana a Castel Gandolfo,
al termine della tappa: Nemi -> Castel Gandolfo del 27-06-2006 sulla "Via Francigena del Sud" ;
sullo sfondo Monte Cavo (949 m slm) con Rocca di Papa sulle sue pendici nord-est
(Foto di E.Fiorentini)

Tutta questa attività è documentata nella sezione: Aggiornamenti su attività francigena , oltre che sulla Home Page di questo sito.
-- ooOOOoo --

A inizio testoA inizio testo

Aggiornamenti - 16/02/2015 - 16/02/2017