Lettera sui Libri di Vetta

(E.Pisarra scrive a G.Padovani <Direttore della Rivista G.M.> su una strana concomitanza)


Lettera al Direttore apparsa sulla Rivista di Vita Alpina della Associazione
Alpinistica " Giovane Montagna " - n. 4 Anno 92 - Ottobre-Dicembre 2006


(Sul Libro di Vetta)



Parco del Pollino, luglio 2006

Caro direttore,
anzitutto necessita una presentazione.
Sono Emanuele Pisarra e scrivo dal profondo sud, dal Parco del Pollino in Calabria, dove vivo ed esercito la mia attività di guida, anche se ho buona dimestichezza con le Alpi.
Sono lettore di Giovane Montagna, essendo destinatario d’essa per la cortesia di Luigi Ticci, da quando anni fa accompagnai per la prima volta gli amici della sezione GM di Roma nelle loro escursioni al Pollino e all’Orsomarso (furono poi ben tre).
Il motivo di questo mio scritto sta nella felice coincidenza trovata nell’articolo sul <Libro di vetta> di Enea Fiorentini
  [apparso sul n.4 ottobre-dicembre 2005 della Rivista GM - ndr] .
Si, perché anch’io mi sono fatto promotore, in tempi più recenti, nell’anno internazionale delle montagne, di una analoga iniziativa sulla Sella Dolcedorme (2267 m), la vetta più alta del Gruppo del Pollino e dell’Italia meridionale, dopo l’Etna.
Nel 2002 furono soltanto 15 gli escursionisti che registrarono la loro salita, nel 2003 ben 413, l’anno successivo 419.
Questo il trend.
Dopo tre anni il libro risultava completo ed è stato sostituito e riportato a valle, come documento che è testimonianza di tanti stati d’animo.
Una annotazione per tutte: <Quando ho detto che sarei venuto qui mi hanno dato del pazzo. Ora che sono quassù ringrazio Dio di avermi fatto pazzo. Salvatore>.
Mi sento quindi, con questa iniziativa, in stretta sintonia con Giovane Montagna, cui rivolgo il mio apprezzamento per l’impegno posto nella realizzazione della <Via Francigena> con il Sentiero del pellegrino.. e nel continuare a promuoverla.
Un saluto cordiale dal Pollino.

Emanuele Pisarra (*)


Caro Pisarra,
grazie per quanto hai desiderato parteciparci.
Il Libro di vetta ci aiuta a "capire" chi tocca la cima.
Talvolta vi troviamo banalità, ma i più aprono sicuramente il loro animo, mettendo per iscritto sentimenti che non affiderebbero alla parola parlata.
Complimenti per la tua iniziativa, che contribuirà anch’essa a far scuola.
Grazie poi per le espressioni che rivolgi al nostro "Sentiero del pellegrino", di cui, come ripetiamo spesso, Giovane Montagna va fiera.
E chissà che altre sezioni, dopo gli amici di Roma, non trovino la via per scoprire il Pollino.

Giovanni Padovani (**)



(*) EMANUELE PISARRA: Guida Ufficiale del Parco nazionale del Pollino, Giornalista specializzato in divulgazione ambientale.

(**) GIOVANNI PADOVANI: Direttore della Rivista di Vita Alpina dell’Associazione Alpinistica "Giovane Montagna".



Indietro Indietro  |  A inizio testo A inizio testo  |  A pagina contributi per l’Appennino A pagina contributi per l’Appennino

Aggiornamento - 17/02/2007